Eco-innovazione dei processi produttivi

Descrizione

Il laboratorio 10 "Eco-Innovazione", svolge attività di consulenza tecnica alle aziende del territorio per l'efficientamento energetico con l’obiettivo di supportare le aziende ad un uso più consapevole dell'energia cercando soluzioni volte ad ottimizzare i processi produttivi, a ridurre gli sprechi energetici e a valutare la fattibilità tecnica/economica per implementazione di impianti per l'autoproduzione di energia elettrica e termica e, altresì, per il riuso degli scarti.

Le suddette attività sono volte all'ottenimento delle certificazioni energetiche e ambientali per quei processi lavorativi che le aziende vorranno standardizzare secondo le norme UNI EN 50001:2011, ISO 14001/2004, EMAS, ECOLABEL.

Il Laboratorio ha attivato due servizi:

  • Analisi Energetica con l’obiettivo di trovare soluzioni atte a risparmiare energia;
  • Analisi Ambientale con l’obiettivo di valutare un possibile recupero degli scarti di produzione a seguito di una caratterizzazione chimica dei residui di lavorazione.

Servizi

Analisi energetica

Attraverso questo servizio, tecnici specializzati nel settore energetico svolgeranno alcuni sopralluoghi presso l'azienda che ne farà richiesta per lo svolgimento dell'Energy audit e la valutazione di possibili metodi per il risparmio e l'efficientamento energetico.

La metodologia per lo svolgimento del servizio consiste nell'effettuare:

  • Check-up energetico - acquisizione delle bollette (elettriche, gas, acqua) degli ultimi anni per quantificare i consumi annuali divisi anche per fascia oraria;
  • Check-up ciclo produttivo - censimento di tutte le apparecchiature (elettriche, gas, acqua) usate per l'attività produttiva quantificando i singoli consumi in funzione delle ore di esercizio giornaliero;
  • Azioni per l'efficientamento - dallo studio delle migliori tecniche disponibili sul mercato, impiegate per la refrigerazione, per la produzione di calore, per il recupero dell'acqua, verranno valutate le possibili sostituzioni di vecchie apparecchiature con quelle nuove a miglior rendimento energetico;
  • Calcolo consumi, emissioni CO2 e benchmark - dalle precedenti attività di audit verranno calcolati i consumi di energia elettrica, di gas, di acqua; valutate le emissioni in atmosfera di CO2 per quantità di prodotto (kg CO2/ Kg prodotto) e la performance energetica in termini di energia consumata per quantità di prodotto (kWh/kg di prodotto)e quindi il fattore di emissione locale FEL (KgCO2/kWh);
  • Azioni per l’energia sostenibile - dalle attività sopra esposte verranno svolte analisi volte a valutare la fattibilità tecnica/economica e il tempo di ritorno dell'investimento per l'installazione di impianti per l'autoproduzione di energia (elettrica, termica) tipo:
    • Solare termico;
    • Impianto fotovoltaico;
    • Impianto mini-eolico;
  • Mercato libero energia elettrica - dall'analisi dei consumi energetici verrà anche valutata la possibilità di un risparmio economico semplicemente cambiando il gestore dei servizio energetici con uno minor costo.

 

Esempio analisi energetica:

Azienda che opera nel settore della lavorazione del pescato i cui consumi sono dovuti a due grosse caldaie a gas di potenza totale pari a 4.000 kW e all'uso in continuo delle celle frigorifere. Inoltre, l'azienda in esame, ha già installato un impianto fotovoltaico di circa 20 kW che copre solo parte dei consumi elettrici.

Check-Up Elettrico

consumi elettrici pari a 129.116 kWh/anno distribuiti così come nel diagramma a torta

Check-Up Termico

l'azienda usa 2 caldaie GPL da 2.000 kW il cui consumo complessivo è di circa 72.000 litri di GPL l’anno, ovvero, considerato il PCI del gas è di circa 485.216 kWht che, a meno del rendimento della caldaia, copre il fabbisogno termico aziendale di 388.173 kWh.

Azioni proposte per autoproduzione di energia

Impianto Fotovoltaico da 20 kWp; Impianto Eolico da 10 kW; Impianto solare termico da 200 m2 con capacità di produzione di 200.000 kWht.

Benefici economici

Nella colonna introiti è riportato un ipotesi di risparmio economico annuo che l'azienda può raggiungere dall'implementazione degli interventi proposti

Benchmark

Indici energetici prima degli interventi per kg di prodotto
2,50 kWh/kg e 0,65 kgCO2/kg, da cui segue un Fattore di Emissione locale - FEL - di 0,259 kgCO2/kWh

Indici energetici post interventi per kg di prodotto
2,47 kWh/kg e 0,34 kgCO2/kg, da cui segue un FEL di 0,139 kgCO2/kWh.

Questi benefici corrispondono ad un abbattimento di kg CO2 per kWh di energia consumata per produrre un kg di prodotto pari a circa 71 punti percentuale in meno rispetto a quello massimo fissato nazionale che per l’energia elettrica è pari a 0,483 kgCO2/kWh.

Procedura per richiedere il servizio.

Il servizio Analisi Energetica può essere richiesto mandando una mail alla segreteria dell'IAMC-CNR segreteria.granitola@iamc.cnr.it scrivendo nell'oggetto della mail "Richiesta Analisi Energetica Lab10 Eco-Innovazione";

Parte di questo servizio può essere svolte in autonomia dalle aziende dopo aver effettuato una registrazione sul portale (STEP1) e inserendo i dati dei consumi energetici.

In particolare l'azienda può effettuare il Check-Up energetico, step 2, e il Check-Up del ciclo produttivo, step 3.

  1. Registrazione - inserendo negli appositi campi Ragione Sociale, Indirizzo, P.IVA, e aver dato il consenso al trattamento dei dati;
  2. Check-Up energetico - inserendo i dati dei consumi energetici prelevati dalle bollette. Questa procedura permetterà all'azienda di prendere visione della quantità di energia consumata (KWh) nel corso di un anno e identificare le percentuali dei consumi in funzione sia delle fasce orarie sia dei mesi. Al termine di questa procedura l'azienda potrà stampare il report del Check-Up energetico;
  3. Check-up ciclo produttivo - inserendo i dati di assorbimento di potenza di tutte le apparecchiature dell'azienda specificando anche le ore di utilizzo giornaliere. Questa attività permetterà all'azienda di verificare quale utenze è quella che assorbe più energia e quelle che potrebbero essere sostituite con alcune nuove a maggior efficienza e minor consumo.

Le attività sopra descritte sono preliminari alle azioni di efficientamento energetico che saranno proposte, invece, da un team esperto dopo la richiesta di attivazione del servizio tramite mail e saranno a sgravio dei costi del servizio. L'attivazione del servizio avverrà, comunque, dopo un primo incontro (gratuito) tra l'azienda e il team tecnico, con la stipula di un contratto di collaborazione tra l'IAMC-CNR e l'Azienda il cui costo dipenderà dal tipo di consulenza e dalle attività che verranno richieste.

Il servizio Analisi Ambientale può essere richiesto mandando una mail alla segreteria dell'IAMC-CNR segreteria.granitola@iamc.cnr.it scrivendo nell'oggetto della mail "Richiesta Analisi Ambientale Lab10 Eco-Innovazione";

Analisi ambientale

Descrizione

Attraverso questo servizio, tecnici specializzati nel settore ambientale e chimico, svolgeranno analisi chimiche, fisiche, e biologiche atte a caratterizzare gli scarti di produzione dell'azienda che ne farà richiesta, e verificarne un possibile riuso per convertire lo scarto in risorsa.

E' infatti già stato verificato che le aziende che:
  • commercializzano gambero sgusciato producono scarti dalla cui matrice è possibile produrre e recuperare chitosano e astaxantina (molecole usate nell'industria farmaceutica e nutraceutica);
  • lavorano il pescato producono scarti dalla cui matrice è possibile recuperare collagene e farina di pesce. Il collagene è usato nell'industria farmaceutica e cosmetica, mentre la farina di pesce può essere usata, a seconda della quantità di proteina e grasso, come additivo per mangimi animali o come fertilizzante agricolo.

     

    Richiedi il servizio